Scovolini per la fresa per unghie: quali scegliere

Tra le punte per fresa da avere (qui l’articolo completo) ho citato anche gli scovolini per la fresa per unghie.

Questi sono dei cilindri abrasivi realizzati in carta vetrata, che possono avere differenti grane.

Dunque anche il grado di abrasività sarà diverso, così come lo scopo per cui utilizzarli.

scovolini fresa

Abrasività degli scovolini per la fresa per unghie

La grana degli scovolini per la fresa per unghie viene indicata con un numero, proprio come per le lime tradizionali.

Solitamente è scritto sulla confezione o bustina in cui sono contenute e precedute da un asterisco

 Ad esempio, #80 #120 #180 etc.

Più il numero è piccolo, maggiore sarà l’abrasività. Quindi il numero 80 + tra le grane più grossolane. Viceversa, il numero 240 è la grana più fine.

scovolini per la fresa per unghie

Le grane degli scovolini per la fresa per unghie più commercializzati sono:

  • #80
  • #100
  • #180
  • #240

In realtà non è necessario acquistare tutte queste diverse grane poiché molte operazioni per la ricostruzione unghie, andiamo ad effettuarle con le punte diamantate o ceramica o carbide.

Quelle più utili (e di cui personalmente non faccio a meno) sono quelle fine, #180.

Queste sono ottime per modellare bene la superficie della ricostruzione (che sia in gel, acrilico o acrygel), opacizzare e preparare l’unghia naturale, e rimuovere piccole imperfezioni o cuticole dalla cute.

Delle volte utilizzo gli scovolini per la fresa per unghie anche nel pedicure, per rimuovere callosità o ispessimenti di medio-piccola entità.

Miti da sfatare

Sui cilindri abrasivi per le unghie girano voci ‘sospette’. Sono diverse infatti le professioniste che non li vogliono utilizzare perché spaventate dall’idea che possano danneggiare l’unghia.

Troppo calore

Il mito più ‘famoso’ è che brucino l’unghia naturale. Quindi con il loro utilizzo, si rischia di far sentire calore alla cliente.

E’ sicuramente vero che se si insiste sulla stessa zona per troppi secondi, lo scovolino si surriscalda e trasferisce la sensazione di calore sull’unghia. Ma questo vale anche se limiamo velocemente con la lima tradizionale, proprio perché è il materiale a causare calore.

Ma se i cilindri vengono utilizzati con moderazione sulla stessa area e per poco tempo, diventano degli ottimi alleati. Infatti, sono in grado di sostituire ampiamente le operazioni che faremmo con la lima tradizionale manuale. Ad esempio, tornano utili per accorciare la lunghezza dell’unghia naturale (anche coperta dalla ricostruzione), così come modellare la curvatura della ricostruzione.

Insomma, vale per ogni tipologia di punta per fresa per unghie: vanno saputi utilizzare.

Si possono causare gli stessi danni che con qualsiasi altra punta, quindi cautela e massima precisione sono fondamentali.

Scarsa qualità

Come per ogni strumento o accessorio, è opportuno saper capire e scegliere la qualità

Si possono trovare sia scovolini per la fresa per unghie di bassa (anche bassissima) qualità, che si sfaldano o scollano facilmente e quindi danno fastidio sull’unghia. Altri invece hanno dei veri e propri grumi di colla sulla superficie, che fa facilmente capire quanto siano poco validi, anzi totalmente inutili.

Scovolini di qualità invece presentano una superficie omogenea, senza avanzi di colla o zone sollevate, e l’abrasività è identica per tutta la superficie.

Hanno un costo superiore, ma permettono anche di usarne soltanto una per tutta la ricostruzione.

Quindi si rientra del costo con facilità.

Non è da sottovalutare poi l’aspetto igienico di queste punte, in quanto appunto monouso.

Quali scovolini per la fresa per unghie scegliere

Fatto il punto della situazione, vediamo quali scovolini abrasivi sono validi e vale la pena provare.

Anself 150 pezzi #80 #120 #180

Questo kit comprende ben 150 scovolini, suddivisi in tre grane da 50 pezzi: #80 #120 e #180.

Sono di ottima fattura e consigliati per chi vuole appunto avere tre tipologie di grane diverse.

Sono molto resistenti, anche se vengono a contatto con disinfettanti e liquidi vari (non se immersi!).

Si possono sanificare tranquillamente e non si consumano con troppa velocità.

Acquistabili ad un ottimo prezzo su Amazon (clicca qui).

JC Master scovolini

jc master scovolini

Anche le punte abrasive di Jc Master sono di alta qualità. E’ un’azienda made in Germany ormai molto affermata nel campo delle unghie.

Questo set da 100 pezzi è totalmente di grana #150 , quindi mediamente grossolana. Va usata con attenzione ma torna sicuramente utile per tutte le operazioni descritte sopra (tranne quelle sull’unghia naturale, per la quale può essere troppo aggressiva).

Li trovi su Amazon (qui) ma trovi anche altre tipologie dello stesso brand (qui). Tutte ottime.

Scovolini Belle


scovolini belle

Questo brand made in China potrebbe convincere poco, per la provenienza appunto, ma difatti realizza bande di levigatura di qualità.

Il kit in questione è da 300 pezzi e racchiude tre tipologie di diverse grane: #80 #120 e #180.

La ‘praticità’ sta anche nel colore diverso dei cilindri abrasivi in base alla grana.

Quindi è molto intuibile e non si può sbagliare.

In generale, a tatto si possono distinguere le diverse abrasività, ma se c’è anche un colore diverso, sicuramente aiuta.

Il kit è in vendita su Amazon (qui) .


Questo era dunque un approfondimento specifico sugli scovolini abrasivi per la fresa per unghie, che sono molto utili e a cui spesso non viene data la giusta importanza.

 

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.