Fresa per unghie portatile da 35000 giri

Ho avuto modo di testare una nuova fresa per unghie portatile da 35000 giri e non potevo non parlarne anche qui sul sito.

In realtà volevo testare se un apparecchio dal costo contenuto ma con una buona velocità rotatoria, potesse essere valido tanto quanto uno dal costo maggiore, di ottima qualità, ma che raggiunge un massimo di giri poco inferiore.

Mi riferisco al modello Aevo ma anche a quest’altro di cui scriverò a breve un’ottima recensione (piccolo spoiler hehehe).

Ma vediamo di più sul modello testato.

Caratteristiche della fresa per unghie portatile da 35000 giri

Questo modello di fresa per unghie portatile da 35000 giri, arriva con una dotazione abbastanza ricca. Troviamo, oltre al corpo motore e al manipolo, anche un cavo usb per la ricarica dell’apparecchio, nonché un supporto in plastica per il manipolo.

Vi è anche il classico kit di punte per fresa (che sinceramente non amo, in quanto poco rifinito) e un pennello per rimuovere la polvere di limatura.

La batteria interna ricaricabile ha la capacità di 2000 mAh e vanta un’autonomia di circa 7 ore. E’ possibile ricaricarla completamente (cosa consigliata prima del primo utilizzo) in circa 3 ore. E’ comoda in quanto può essere usata anche come power bank, in caso serva ricaricare ad esempio lo smartphone o il tablet.

Considerazioni dopo il test

La struttura è abbastanza leggera, in alcuni punti anche troppo. La rotella che regola la velocità di rotazione sembra possa staccarsi da un momento all’altro, forse un po’ delicatina.

Anche il display a led ogni tanto perde colpi, in quanto non ‘scala’ regolarmente i numeri dei giri della fresa ma ne salta qualcuno. Succede soprattutto su cambi rapidi di giri.

Video recensione

Ho realizzato anche la videorecensione di questa fresa per unghie portatile da 35000 giri, in modo da far capire più chiaramente di cosa sto parlando. Spero sia utile e esaustiva.

https://youtu.be/tdTBmMbpPf0

 

Conclusioni

Per quanto mi riguarda, NON mi sento di approvare questo apparecchio che, sebbene raggiunga una velocità massima di giri molto alta, non mi ha convinta. 

Questo perché non riesce a soddisfare requisiti minimi come appunto la precisione della numerazione sul display, la robustezza dei materiali (vedi appunto la rotella) e il cavo che ritengo sia troppo corto seppur flessibile.

Per poche decine di euro in più, si possono scegliere modelli più resistenti e con meno vibrazioni.

Quindi alla mia domanda iniziale, se convenisse scegliere un apparecchio per unghie portatile con un maggior numero di giri ma qualità inferiore piuttosto che uno meno potente ma più robusto, la risposta è che no, non conviene.

Vi lascio anche l’articolo sulle punte per fresa per unghie da avere e come realizzare una dry manicure come si deve.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *